IL BLOG DI TRADE COMPASS

News & Curiosità

Quando una micro impresa vuole diventare una PMI

Un percorso imprenditoriale può nascere sotto la spinta di diversi stimoli o necessità, così come la scelta di far crescere la propria impresa per com

Sei un piccolo imprenditore ma punti a competere con le migliori PMI del tuo settore?

Un percorso imprenditoriale può nascere sotto la spinta di diversi stimoli o necessità, così come la scelta di far crescere la propria impresa per competere ad un livello superiore.


“im·pren·di·tó·re/
sostantivo maschile

La persona che esercita professionalmente un’attività economica organizzata ai fini della produzione e dello scambio di beni o di servizi”

Ogni imprenditore deve tenere in equilibrio 4 fattori fondamentali: lo sviluppo e industrializzazione della sua idea, servizio o prodotto; la creazione delle condizioni per raggiungere il mercato in modo sostenibile e profittevole; programmare e gestire la finanza necessaria a sostenere l’attività e gli investimenti; esercitare attraverso delle risorse umane qualificate, che dovranno essere formate, motivate e gestite.
Per fare impresa è necessario disporre di molte differenti competenze che, di fatto, è impossibile riassumere un un solo individuo e tutte sono necessarie per garantire successo all’impresa

La cultura personale darà un imprinting caratteriale all’impresa, che quindi avrà una forte connotazione tecnica sul prodotto se l’imprenditore è un tecnico, mentre sarà molto orientata al mercato se la provenienza è commerciale, ma difficilmente potranno svilupparsi entrambe le aree all’unisono. Ecco che la micro impresa fatica a crescere, perché l’imprenditore con le sue esperienze, conoscenze didattiche e cultura manageriale difficilmente può superare i limiti da solo.


La crescita si realizza solo se tutti i 4 fattori fondamentali troveranno equilibrio tra loro, ed è qui che devono intervenire delle competenze esterne, per bilanciare l’impresa e portarla ad un primo livello di delega strutturata, dove i processi interni siano correttamente definiti, vi sia una migliore comprensione del panorama competitivo, una proposta correttamente strutturata, un mercato ben definito e qualificato, una gestione adeguata delle risorse e della finanza

Le vastissime competenze richieste per gestire un’impresa moderna implicano necessariamente passare da “faccio tutto” a “delego e controllo tutto”

Quando un imprenditore decide di crescere e competere ad un livello superiore è il momento in cui deve superare i propri limiti manageriali, delegando la gestione dei fattori critici che sono al di fuori delle sue competenze. Per affrontate questo passo la sola scelta possibile è affidarsi a dei validi professionisti che possano consigliarlo al meglio e seguirlo passo dopo passo, così come la scelta delle giuste professionalità sarà un fattore determinante per il successo; questo è il chiaro segno della maturazione di un imprenditore, che ora ha la necessaria consapevolezza e ha individuato la strada per il successo suo e della sua impresa.


Se vuoi parlare di come poter aiutare la tua impresa a crescere, scrivi a sviluppo@tradecompass.eu

Cerca

Gli autori del blog

Picture of Marco L. Dal Monte Casoni

Marco L. Dal Monte Casoni

Pensatore non convenzionale, cercatore di soluzioni.
Già manager con esperienza maturate sia in PMI che multinazionali, nel 2002 fonda Trade Compass

Picture of Malbora Gjoka

Malbora Gjoka

Compliance Manager |DPO| Consulente Privacy Specializzata nell’ implementazione di sistemi di gestione della compliance integrati secondo la norma UNI ISO 37031:2001, di Modelli organizzativi e di controllo 231/2001 e di Sistemi di gestione della Privacy “GDPR 679/2016”